Introduzione

I plugin di WordPress sono fantastici: permettono di estendere le funzionalità del sito, e rendere il vostro sito davvero unico e personalizzabile. Molti webmaster ne fanno uso perchè riducono al minimo la necessità di mettere mano al codice del sito, e per questo sono molto comodi in effetti. Ma è davvero una buona idea installare plugin “a manetta”?

Installare solo i plugin necessari: perchè farlo?

In generale meglio pochi plugin, ma buoni. Il fatto di installare pochi plugin è una cosa apparentemente contro-intuitiva: all’inizio sembrerebbe che più se ne mettono, meglio è. Del resto basta pensarci un attimo: più cose aggiungo nel mio sito, almeno a prima vista, più possibilità avrò di ricevere visite dagli utenti! La verità è in parte questa, ma c’è un aspetto da considerare: ogni plugin ha un costo, per quanto non monetario bensì in termini di risorse utilizzate. Questo significa che più plugin installiamo, più tempo le pagine impiegheranno a caricare.

Senza scendere in dettagli tecnici complicati, infatti, ogni singolo caricamento di una pagina di WordPress passa per una fase di inizializzazione dell’ambiente, una di caricamento delle impostazioni predefinite, una di caricamento dei plugin attivi e del theme ed una di resa finale della pagina. È chiaro che, a questo punto, se 10 plugin impiegano 10 millisecondi a caricare, installarne 60 allunga i tempi di caricamento fino a 600 ms (ovviamente è solo un esempio “a spanne” per capirci”. Purtroppo WordPress non è molto ottimizzato, ad oggi, sotto questo punto di vista: per cui fin quando non cambierà qualcosa nel suo core, è opportuno tenere i plugin attivi al minimo indispensabile.

Quali plugin dovrei installare?

Dipende da cosa deve fare il tuo sito: se pensi di usarlo per modificarlo poco o nulla in futuro, bastano un buon plugin SEO ed uno per la sicurezza ben impostato. Se invece punti ad un blog, mettici pure qualcosa per gestire ad esempio le pubblicità in rotazione, i link interni, e magari i rich snippets con Schema.org.

Per realizzare in WordPress portali con funzioni più avanzate dipende poi dai casi: troverai plugin per consentire l’accesso ai tuoi clienti, ad esempio, e far visionare loro aree riservate del sito, così come plugin per gestire facilmente tabelle responsive, cataloghi di offerte, ecommerce e tantissimo altro ancora. Se il sito sembra lento, poi, puoi anche valutare di usare un buon plugin per la cache: Super Cache è uno dei migliori, ed è anche molto facile da configurare, ad esempio.

 

Quanti plugin posso installare al massimo?

Per avere buone prestazioni sul sito, e considerando gli hosting condivisi che usano più o meno tutti i siti medio-piccoli, è opportuno non installare più di 12-15 plugin. Se iniziate a metterne 20 o 40, di fatto, i tempi di caricamento delle pagine tenderanno ad aumentare di parecchio: questo comporterà disagio negli utenti con le connessioni più lente, e potrebbero farvi perdere visitatori importanti.

Quali plugin rimuovere per migliorare le prestazioni?

Questo dipende dal sito, e cambia di molto di caso in caso: siti diversi richiedono plugin diversi. In genere, comunque, dobbiamo dare la precedenza a quelli davvero importanti (che sono di solito quelli SEO e quelli per la sicurezza del sito, ad esempio Yoast SEO e iThemes Security), e partire da questi due come base. Date poi la precedenza ad un buon plugin per i cookie (ad esempio Cookiebot, ma ce ne sono molti altri), a quello per il GDPR, ad uno per gestire i redirect 301 del vostro sito, e poi valutate in base ai casi: se si tratta di un semplice blog in cui postate notizie, ad esempio, WordPress da’ già tutto quello che vi serve (al limite potreste pensare di installare Classic Editor per mantenere l’editor di post “alla Word”) e non serve installare nulla. Se poi offrite funzionalità specifiche, a quel punto, dovreste installare un plugin adeguato – per esempio Woocommerce per fare il vostro negozio online in WordPress.

Inoltre, non bisogna dimenticare il prossimo punto.

Non installare mai due plugin equivalenti

Molti webmaster installano ad esempio due plugin per la SEO: in questo modo pensano di fare il bene del proprio sito, o comunque lo fanno perchè hanno bisogno di funzionalità che sono presenti in uno o nell’altro. Da questo punto di vista bisogna ragionare un po’ e pensarci bene, prima di farlo: se ad esempio i due plugin vanno a riscrivere il tag title, quale dei due avrà la meglio nella pagina? È chiaro che già da qui si capisce che due plugin che fanno la stessa cosa non vadano mai installati: possono creare conflitti in WordPress, e potresti ritrovarvi il sito impostato in un certo modo per alcune pagine, ed in un modo diverso in altre.

Al limite se siete indecisi tra due plugin potreste pensare di alternare l’uso dell’uno e dell’altro, per capire quale produca risultati o prestazioni migliori: ad esempio un mese con Yoast SEO, ed uno con All in one SEO Pack. Quando detto per i plugin SEO, comunque, vale in generale per qualsiasi plugin di WordPress decidiate di installare. Questo dovrebbe, con il tempo e la pratica, suggerirvi la migliore strategia di installazione: caricate sempre e solo i plugin davvero necessari, e nessun altro. Questo vale per qualsiasi plugin: SEO, cookie, GDPR, e così via.

Conclusioni

Il mondo di WordPress offre splendide sorprese per chi saprà coglierle: ma è importante non abusare degli strumenti che ci vengono forniti, e fare attenzione ai plugin che si installano. Molti di essi, in effetti, non sono poi così utili come sembrano: per cui scegliete con cura e cercate di non mettere troppa roba: vi accorgerete da soli, ad esempio, che basta rimuovere tutti i plugin per fare andare WP più veloce che mai. Motivo per cui bisogna stare molto attenti e cercare sempre di installare lo stretto necessario, su qualsiasi sito.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit