Introduzione

L’arrivo di WordPress versione 5 e di Gutemberg (il nuovo editor a blocchi) ha cambiato radicalmente il mondo del blogging; se le intenzioni erano senza dubbio positive, all’atto pratico questo cambiamento non è stato accettato da molti blog. Da quando ha preso definitivamente piede WordPress 5.0, in effetti, si è molto discusso per via della possibilità effettiva di utilizzare il nuovo editor Gutemberg, che ha cambiare in modo radicale le modalità con cui si scrivono contenuti nel famoso blog open source, e che ha finito per creare disagio in alcuni utenti. Gutemberg, infatti, si basa su un sistema di editing del testo basato sui blocchi: una filosofia molto diversa da quella dell’editor classico “alla Word” che ha finito per creare due ordini di problemi. Il primo è legato al fatto che molti utenti si trovano male ad usarlo, il secondo è invece annesso ai numerosi bug (errori nel sito) che il nuovo editor sembra aver portato, almeno in alcuni tipi di personalizzazioni. Se ad esempio su un sito nuovo c’erano già dei post presenti, editare o mettere mano ai vecchi può diventare problematico, e anche tanto.

Perchè non usare più la versione 4

Che cosa fare allora? Non aggiornare WordPress come molti hanno fatto non sembra essere una buona idea: questo soprattutto perchè rimanere con una versione vecchia del CMS ci espone a molti rischi di sicurezza informatica. In altri termini se decidiamo di rimanere con una versione vecchia è vero che l’editor continuerà a funzionare, ma il sito potrebbe essere esposto a maggiori bug di sicurezza. Potremmo, in sostanza, prendere virus, malware o ransomware e complicarci la vita di parecchio: quindi è decisamente consigliato di aggiornare alla versione 5 quanto prima, e di seguire il suggerimento descritto in basso (usare un plugin integrativo per continuare ad usare l’editor vecchio sulla nuova versione).

È anche vero, comunque, che il branch (cioè la versione) di WP 4 è rimasta attiva e in sviluppo, tanto che sono state rilasciate due versioni intermedie (4.9.8 e 4.9.9), e si suggerisce di installare almeno la versione 4.9.9, per stare più tranquilli ed evitare possibili problemi di defacement del sito, malware e via dicendo.

Come continuare ad usare il vecchio editor

Per garantire la retrocompatibilità di WordPress 5.x con il vecchio editor, quello classico di WP 4 e precedenti, è sufficente installare il plugin Classic Editor ed abilitarlo: una volta fatto con un utente con privilegi di amministrazione, infatti, basterà tenerlo attivo e l’editor classico sarà ancora a nostra disposizione.

One thought on “Come usare il vecchio editor di WordPress nella versione 5

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit