Hai un sito in WordPress che non vede mai nessuno o che ti porta pochissime visite? Forse dovresti fare le cose che riassumeremo in questo articolo, ovvero quelle che sono elencate di seguito: una checklist pratica e veloce, valida per qualsiasi sito web, che vi consigliamo di adottare anche voi. Il risultato di questa operazione, nel tempo, sarà quello di vedere un incremento di visualizzazioni e di visite da parte dei motori di ricerca: il tutto sarà visionabile agevolmente dalla Search Console di Google.

Vediamo quindi quattro suggerimenti importanti per fare più visite dai motori di ricerca.

Aumenta il numero di articoli sul blog

Sembra una cosa banale, e spesso le idee per aumentare gli articoli mancano: ma fa parte di una buona strategia SEO, in ogni caso, e serve ad aumentare il volume di traffico. Pubblicate più articoli originali possibili: è fondamentale suscitare l’interesse degli utenti e potenziare il loro intento di ricerca. Questo implica scrivere articoli che rispondano alle domande, cioè alle ricerche che fanno più di frequente, nel modo più completo ed essenziale possibile: se riusciamo a portarli ad una risorsa gratuita o a pagamento concreta, tanto meglio.

Se non hai ancora un blog nel tuo sito, sì: sarebbe il caso di aprirne uno.

Modifica i title (e falli corrispondere con una ricerca popolare)

Le modifiche strategiche al title sono una pratica molto diffusa nella SEO: se fatta in modo corretto, può portare un incremento delle visualizzazioni dei risultati sui motori e, in certi casi, porta ad un miglioramento misurabile del posizionamento della nostra pagina su Google. Ma come si fa? Un’opportunità potrebbe essere, ad esempio, quella di inserire la parola chiave che vogliamo ottimizzare nel title: se la pagina è fatta bene ed è pertinente, l’idea di Google potrebbe essere che la pertinenza della pagina sia elevata, per cui tenderà a portarla in posizioni più alte nel ranking. Non copiate mai due title, perchè sarebbero visti come duplicati da Google anche se i contenuti delle pagine sono diverse.

Non è detto, in generale, che il contenuto del tag <title> corrisponda con la parte cliccabile dei risultati di ricerca: dipende da molti fattori anche esterni al sito.

Modifica le description (massimo due frasi)

Le meta description corrispondono con la descrizione dei risultati di ricerca, per cui evitate di lasciarle vuote: Google proverà ad “indovinare” il contenuto della descrizione, se lo fate, e potrebbe uscire fuori una discreta schifezza poco comprensibile (ad esempio se il testo inizia con una lista). Quindi scrivete bene la meta description, ad esempio con Yoast, ed editatela come riassunto breve di massimo 2 frasi di ogni singola pagina web. Non copiate mai due description, perchè sarebbero visti come duplicati da Google anche se i contenuti delle pagine sono diverse.

Non è detto, in generale, che il contenuto del tag <meta name=”description”> corrisponda con la parte testuale dei risultati di ricerca: dipende da molti fattori anche esterni al sito.

Cerca siti su cui pubblicare guest post

Questa è una fase complicata: trovare buoni siti in cui pubblicare articoli scritti da noi come “scusa” per essere linkati dall’esterno (link building) può essere costoso, difficile: ma è una strategia che in genere paga parecchio. Quindi fatelo: il vostro blog merita un po’ di questa promozione, e bastano a volte un paio di link da siti strategici riescano a migliorare di molto il vostro ranking su Google.

 

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

clear formSubmit